Gioco d’Azzardo Patologico

Il gioco moltiplica la sua offerta e con esso aumentano i soggetti dipendenti. Da ieri, lunedì 18 luglio 2011, in Italia sono stati liberalizzati i giochi online d’azzardo e, nello stesso giorno, quotidiani, telegiornali e diverse trasmissioni televisive hanno affrontato il problema del gioco d’azzardo patologico. Puntando il dito contro lo Stato che ha liberalizzato i giochi online.

E’ bene informare l’opinione pubblica italiana che i giochi d’azzardo online sono in circolazione dal 2000, e fino l’altro ieri, i giocatori italiani giocavano nei casinò online. Non è quindi per colpa dello stato italiano la diffusione di questa patologia. Anzi, lo Stato italiano, legalizzando i giochi, è riuscito a limitare un enorme flusso di denaro destinato ad ingrassare aziende straniere che non avevano nessun tipo di rapporto con l’Italia. La liberalizzazione dei giochi è stato un passaggio obbligato per evitare che questi soldi prendessero la strada verso paradisi fiscali.

Leggi ancora

Gioco Patologico | Scommesse col Destino

Perchè un giocatore non riesce più a smettere di giocare?
Il gioco patologico colpisce un italiano su dieci, ma se per la maggior parte si tratta di una semplice forma di divertimento fra amici sfidando se stessi e le proprie capacità, per qualcuno può diventare una vera e propria dipendenza.

Per capire i meccanismi alla base del gioco d’azzardo patologico, così come di altre dipendenze, bisognerebbe fare un’analisi molto accurata e approfondita. Quando un uomo o una donna stĂ  vivendo un disagio che si fa fatica ad affrontare, magari per l’assenza o la difficoltĂ  ad avere risorse adatte, la dimensione di sfida, tipica del gioco d’azzardo, assume un ruolo importante.

Leggi ancora